Monitoraggi e Collaudi

Strumentazione tecnologica all’avanguardia e personale altamente specializzato e qualificato

 

Le indagini strumentali possono riguardare diverse tematiche ambientali e vengono realizzate con l’obiettivo di verificare la conformità dei parametri rilevati con la normativa di riferimento. Le indagini strumentali hanno anche lo scopo di predisporre gli input per gli strumenti di calcolo per la valutazione, tramite modellistica previsionale, di progetti e nuove trasformazioni urbanistiche e territoriali

I nostri servizi di monitoraggio e collaudo:

AIRIS dispone di vari rilevatori ed analizzatori di traffico HI-STAR NC-97 S/N basati su tecnologia magnetica VMI, che rilevano il Volume di traffico, nonché Velocità, Lunghezza, Tempo di presenza, Temperatura e Condizioni (bagnato/asciutto) del manto stradale.
Gli analizzatori sono accompagnati da interfaccia IP 10A completa di software HDM 97.

Per il rumore AIRIS conta tra i suoi soci e collaboratori Nr. 7 tecnici acustici competenti abilitati ai sensi del DPCM 31.03.98 (BUR del 02.12.98 n. 148) e dispone di un Laboratorio mobile, attrezzato per rilievi ambientali, 4 stazioni di monitoraggio del rumore semi-permanente (fonometri integratori e calibratori di classe 1) con strumentazione a norma di legge (decreto del 16 marzo 1998 “Tecniche di rilevamento e di Misurazione dell’inquinamento acustico”). Si tratta in particolare di 4•fonometri integratori bi-canale mod. 2260 (Brüel & Kjær) che consentono:

  • l’analisi dello spettro in real-time nel range di frequenze tra 6,3 e 20.000 Hz (in terzi d’ottava);
  • la generazione interna del segnale di calibrazione;
  • la programmazione temporale del segnale di calibrazione (CIC-Charge Injection Calibration)
  • l’analisi simultanea del rumore con le tre costanti di tempo Fast, Slow e Impulse e delle ponderazioni in frequenza A, C e L;
  • l’individuazione e registrazione di eventi caratterizzati da soglie di rumorosità programmabili,
  • la registrazione audio su supporto DAT per l’eventuale riconoscimento di eventi particolari e un loro successivo ricampionamento per un’analisi di maggior dettaglio,

Le stazioni sono complete di cavalletti e supporti per collocare i microfoni fino ad un’altezza di 6 metri e di 4 box cabinet impermeabili per il fissaggio della strumentazione ai pali per l’illuminamento o simili, posti lungo gli assi stradali. In particolare uno dei quattro box è provvisto di una connessione con il sistema di alimentazione elettrica di rete per consentire monitoraggi di lunga durata (oltre le 48 ore).

AIRIS è dotata di una sofisticata strumentazione per la verifica dei requisiti acustici passivi. Si tratta in particolare della strumentazione e software necessari per la verifica e il collaudo dei requisiti acustici passivi degli edifici ai sensi del DPCM 05.12.97 (rumore da calpestio, potere fonoisolante delle partizioni, isolamento acustico in facciata…). Dispone inoltre di un software per l’elaborazione ed analisi dei dati acquisiti (Evaluator ver. 4.1 by Brüel & Kjær).
Il software permette un collegamento real-time con il fonometro (tramite porta seriale RS 232), il calcolo dei Leq totali e parziali con eventuali mascheramenti multipli, l’analisi statistica, l’identificazione automatica degli eventi. Consente inoltre la personalizzazione dei grafici di output e la gestione dei documenti integrati con grafici, testi, immagini e file.

Come il rumore, le vibrazioni fanno parte integrante della nostra vita. Troviamo vibrazioni ovunque: su macchinari, strade, veicoli, nelle nostre case. La trasmissione di vibrazioni al corpo umano può costituire una fonte di rischio per la salute, tanto che le vibrazioni sono contemplate quale agente fisico di rischio nel decreto legislativo 81/2008 e la Direttiva Macchine ha imposto ai costruttori di macchinari di dichiarare i valori delle vibrazioni emesse. Il problema delle vibrazioni sugli edifici ha assunto una sempre maggiore importanza negli ultimi anni, visto che le sorgenti di vibrazioni – come le attività di cantiere, il traffico stradale e ferroviario, il funzionamento di macchine – possono causare gravi danni alle strutture. Pertanto, nel bene e nel male, le vibrazioni originano i suoni, i terremoti sono vibrazioni a bassissima frequenza e fortissima intensità, con le vibrazioni si curano le malattie auricolari, si rendono sicuri gli aerei, si studiano le caratteristiche acustiche: le applicazioni sono le più svariate.
AIRIS ha una comprovata esperienza e know-how nel settore delle misurazioni di vibrazioni, che i propri tecnici dall’elevato skill professionale, eseguono anche per tramite di strumentazione, compatta e leggera, dai più alti ed innovativi standard tecnologici con una acquisizione di dati semplice ed in tempo reale.
Grazie ad una visione completa dell’acustica e delle vibrazioni, a partire dal progetto, dalla strumentazione utilizzata per le misure, ai software per le analisi acustiche e delle vibrazioni, AIRIS è in grado di soddisfare le esigenze più complesse e articolate nel campo della progettazione e delle costruzioni.

AIRIS, grazie ai propri tecnici specializzati ed alla sofisticata strumentazione di supporto, è in grado di eseguire studi volti alla misurazione della qualità dell’aria. Dispone di una stazione meteorologica wireless Davis Vantage Pro 2 con sensore di temperatura ambientale (in schermo solare), sensore di umidità relativa (in schermo solare), barometro, anemometro (sensore di direzione e velocità del vento), pluviometro (sensore di rilevamento precipitazioni), sensore radiazione solare / evapotraspirazione e centralina via radio e console wireless di ricezione dati.

Il programma TREFIC, implementa metodologie ufficiali di calcolo dei fattori di emissione in un “frame” di calcolo a “step”, in grado di determinare, per tratto stradale, emissioni aggregate su qualsiasi base temporale, e di produrre in automatico file di input per esecuzione di simulazioni modellistiche: quale ad esempio il modello ARIA Impact.
Il modello ARIA Impact calcola la deposizione al suolo di due tipi di sostanze inquinanti: Gas chimicamente non reattivi e Materiale particolato, soggetto a sedimentazione e deposizione.
DIMULA – modello per la valutazione dell’inquinamento atmosferico – è un modello gaussiano multi-sorgente che consente di effettuare simulazioni in versione short_term e in versione climatologica. I modelli Gaussiani si basano su una soluzione analitica esatta dell’equazione di trasporto e diffusione in atmosfera ricavata sotto particolari ipotesi esemplificative.
CALINE vers. 4 modello per la valutazione dell’inquinamento atmosferico; è basato sull’equazione Gaussiana della diffusione ed impiega un concetto di zona di mescolamento per caratterizzare la dispersione dell’inquinante sopra la strada. Fornite l’intensità di ciascuna sorgente, la meteorologia e la geometria del sito, il modello è in grado di valutare le concentrazioni dell’inquinante presso recettori (bersagli) collocati nel raggio di 500 m dalla strada a diverse quote.

Il monitoraggio energetico è un sistema che permette di misurare qualsiasi grandezza o vettore energetico utilizzato da un’impresa. Monitorare un ambiente significa quindi raccogliere, tramite sensori e strumenti di misura, informazioni in un’area, salvare e visualizzare i dati per analizzarli e attuare eventuali strategie di intervento in base alle necessità. È l’obiettivo che determina quali siano i dati necessari al monitoraggio.
I vettori oggetto di monitoraggio possono essere: acqua, energia elettrica e termica, gas, aria compressa, parametri ambientali. Il monitoraggio dei consumi è declinato principalmente in contesto industriale, anche se le sue applicazioni si estendono a tutti gli ambiti complessi dell’ambiente costruito, dove può diventare lo strumento di raccordo tra contabilizzazione, termoregolazione, automazioni, comfort.

AIRIS fornisce misure e monitoraggi dell’inquinamento elettromagnetico nei luoghi pubblici e privati con l’obiettivo di far conoscere all’utente l’impatto effettivo di tali fenomeni e di fornire la consulenza per conformare l’emissione di onde elettromagnetiche secondo gli standard previsti dalla normativa vigente. Dispone di una stazione di monitoraggio per i campi elettromagnetici PMM 8053°, dotata di sonda per alte frequenze HFPMMEP 330 e sonda per basse frequenze LFPMMEHP 50, conformi al D.L. 381 del 10 settembre 1998; lo strumento in dotazione è in grado di effettuare, tramite l’utilizzo di opportune sonde, misure in una gamma di frequenze compresa tra 5 Hz e 3 GHz; in questo modo si è in grado di monitorare le più comuni sorgenti di campi non ionizzanti, quali reti per il trasporto dell’energia elettrica, impianti di radiocomunicazione e telefonia mobile.

AIRIS, grazie a tecnici qualificati, è in grado di eseguire monitoraggi anche della componente vegetazione e fauna, mediante rilievo mosaici fitocenosi di vegetazione adiacenti le aree di cantiere, rilevamento dei singoli individui vegetali di pregio, rilevamento della flora lungo transetti definiti, rilevamento delle comunità vegetali mediante rilievo fitosociologico, rilevamento della presenza di fauna mobile, rilevamento quali-quantitativo delle comunità ornitiche, rilevamento multispettrale satellitare, monitoraggio popolamenti ittici, monitoraggio chirotteri).

I monitoraggi a cura dei tecnici specializzati AIRIS riguardano anche il suolo ed il sottosuolo, attraverso l’analisi e caratterizzazione dei terreni per lo studio e la progettazione delle bonifiche dei siti inquinati: valutazione del grado di inquinamento del suolo, caratterizzazione qualitativa e quantitativa del carico inquinante attraverso prelievi di suolo e sottosuolo, perforazioni, messa in opera e monitoraggio di piezometri e pozzetti; prelievi e campionamenti, rilievi, misurazioni puntuali e in continuo, monitoraggi (soil gas, idrocarburi, gas nocivi, solventi, vapori) con apparecchi PID e fotoionizzatori, monitoraggio dello stato e dei processi di inquinamento del suolo in Edilizia, Agricoltura, Zootecnica e Industria.

AIRIS ha una comprovata esperienza nello svolgimento dei monitoraggi delle acque superficiali e sotterranee per vari siti e tipologie di attività produttive (tipicamente cave estrattive). Il monitoraggio riguarda tanto la piezometria con relativa analisi delle falde freatiche superficiali, quanto la qualità delle acque.

Il Monitoraggio Ambientale (MA), così come predisposto con il PMA, rappresenta, per tutte le opere soggette a VIA (incluse quelle strategiche ai sensi della L.443/2001), lo strumento che fornisce la reale misura dell’evoluzione dello stato dell’ambiente nelle varie fasi di attuazione dell’opera e consente ai soggetti responsabili (Proponente, Autorità Competenti) di individuare i segnali necessari per attivare preventivamente e tempestivamente eventuali azioni correttive qualora le “risposte” ambientali non siano rispondenti alle previsioni effettuate nell’ambito del processo di VIA. Nelle more di quanto previsto dall’art.8, comma 2 della L.R. 5/2010, le indicazioni si prefiggono di essere un utile strumento di supporto per la definizione dei contenuti del Piano di Monitoraggio Ambientale (PMA) per alcune tipologie di progetti (cave e ambiti estrattivi, derivazioni idroelettriche, infrastrutture stradali e ferroviarie) assoggettati a VIA o Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale/Provinciale (PAUR/PAUP), ai sensi dell’art.27bis del D.Lgs 152/06.

Con l’introduzione, anche in Italia, del sistema Rete Natura 2000, si è di fatto spostato l’asse dei provvedimenti e degli interventi in tema di aree protette e di conservazione della natura in senso più marcatamente naturalistico ed ecologico. Non si tratta più semplicemente di vietare e di prescrivere, ma piuttosto di gestire, passando quindi con decisione a forme di tutela attiva attuate con criteri rigorosamente scientifico-conservazionistici.
Possiamo pertanto considerare avviata una nuova fase nella pianificazione e nella gestione delle aree protette, andando oltre la mera tutela urbanistica, facendo in particolare riferimento ai temi della conservazione della natura e del paesaggio ecologicamente inteso e della gestione attiva degli habitat e delle specie di interesse scientifico e naturalistico, utilizzando pertanto quale asse fondante i criteri, le prassi e gli interessi di Rete Natura 2000.

AIRIS esegue rilievi di ruomore e vibrazione ed effettua valutazioni dell’esposizione dei lavoratori ai sensi  del D.Lgs. 81/2008.

Il decreto legislativo 81/08 impone al datore di lavoro di tutelare la salute dei propri lavoratori. AIRIS dispone di strumentazione e competenze per effettuare una valutazione completa del rischio di esposizione a rumore e vibrazioni in ambienti di lavoro con l’utilizzo di strumentazione conforme alle norme tecniche di settore. La valutazione dell’esposizione viene effettuata su richiesta del committente per gruppi omogenei o mediante un calcolo personalizzato su ogni singolo lavoratore. Al termine della valutazione vengono fornite indicazioni relativamente ai Dispositivi di Protezione Individuale in dotazione ed eventuali misure di contenimento del rischio.

  • Image icon
    Pianificazione ecologica

    Aiutiamo a sostenere le scelte delle amministrazioni con un metodo specialistico e interdisciplinare e attraverso la definizione degli specifici limiti e condizioni alle azioni di piano.

  • Image icon
    Studi ambientali

    Le nostre analisi e studi ambientali servono a prevenire gli effetti negativi, legati alla realizzazione dei progetti, anziché correggerne successivamente gli effetti.

  • Image icon
    Progettazione sostenibile

    Ci rivolgiamo a quegli operatori che hanno l'esigenza di realizzare interventi che non siano solo normativamente coerenti, ma anche e soprattutto caratterizzati da una elevata qualità tecnica e ambientale complessiva.

  • Image icon
    Monitoraggi ambientali

    Disponiamo di strumentazione avanzata e di personale estremamente qualificato per indagini delle diverse tematiche ambientali finalizzate alla verifica della conformità dei parametri rilevati con la normativa di riferimento.

  • Image icon
    Brochure
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricare la nostra brochure in formato pdf.

  • Image icon
    Company profile
    invia una richiesta

    Clicca qui per richiedere il company profile.

     

  • Image icon
    Referenze
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricare le nostre referenze in formato pdf.

  • Image icon
    Codice etico
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricar il codice etico in formato pdf.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi