Studi ambientali

La migliore politica ambientale consiste nel prevenire gli effetti negativi legati alla realizzazione di progetti, anziché intervenire successivamente sugli impatti

 

Le analisi e gli studi ambientali vengono strutturati sul principio dell’azione preventiva; la struttura del servizio offerto da AIRIS viene concepita per dare informazioni sulle conseguenze ambientali di un’azione prima che la decisione venga adottata. Si definisce pertanto nella sua evoluzione come uno strumento che cerca di introdurre, a monte della progettazione, un nuovo approccio di indirizzo del processo decisionale negli ambienti imprenditoriali e dell’amministrazione del territorio, nonché come una procedura che possa supportare il processo ideativo stesso anche quando si svolge in maniera partecipata con la popolazione dei territori interessati

I servizi che offriamo:

Lo Studio di Impatto Ambientale è lo strumento tecnico-scientifico contenente la descrizione e la stima degli effetti che la realizzazione e l’esercizio di determinate categorie di opere possono determinare sull’ambiente. Ha una valenza multidisciplinare ed è volto a comunicare alle Autorità competenti ed alle popolazioni interessate, la natura degli effetti indotti e le misure che si intendono porre in campo al fine di mitigarne o ridurne l’entità. La fase di redazione dello Studio di Impatto Ambientale è centrale nella procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), la cui complessità dipende dal numero di attori coinvolti, dagli interessi e dalle problematiche in campo.
L’ottenimento del giudizio di compatibilità ambientale viene formulato sulla base dei contenuti dello Studio di Impatto Ambientale, attività molto complessa.

Valutazione ambientale strategica – VAS – e Verifica di Assoggettabilità a VAS ai sensi dell’art.12 del DLgs 4/2008.
La VAS, secondo la direttiva comunitaria e le normative nazionali che la recepiscono, ha lo scopo di garantire un elevato livello di protezione dell’ambiente e di contribuire all’integrazione di considerazioni ambientali all’atto dell’elaborazione e dell’adozione di piani e programmi, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile, assicurando che venga effettuata la valutazione ambientale di determinati piani e programmi che possono avere effetti significativi sull’ambiente.
AIRIS, seguendo la normativa urbanistica della Regione Emilia-Romagna, che già nel 2000 ha introdotto una procedura di verifica ambientale dei piani denominata Valsat, ha già avuto modo di compiere esperienze significative in materia ai diversi livelli territoriali.

La Valutazione d’Incidenza Ambientale è il procedimento di carattere preventivo, al quale è necessario sottoporre qualsiasi piano o progetto che possa avere incidenze significative su un sito o proposto sito della rete Natura 2000, singolarmente o congiuntamente ad altri piani e progetti e tenuto conto degli obiettivi di conservazione del sito stesso.
Tale procedura è stata introdotta dall’articolo 6, comma 3, della Direttiva 92/43/CEE “Habitat” con lo scopo di salvaguardare l’integrità dei siti attraverso l’esame delle interferenze di piani e progetti non direttamente connessi alla conservazione degli habitat e delle specie per cui essi sono stati individuati, ma in grado di condizionarne l’equilibrio ambientale.
La valutazione di incidenza, se correttamente realizzata ed interpretata, costituisce lo strumento per garantire, dal punto di vista procedurale e sostanziale, il raggiungimento di un rapporto equilibrato tra la conservazione soddisfacente degli habitat e delle specie e l’uso sostenibile del territorio. AIRIS ha all’attivo la realizzazione di diverse valutazioni di incidenza ambientale sull’intero territorio nazionale.

Le tematiche affrontate per questa tipologia di studi riguarda gli aspetti naturalistici, antropici e paesaggistici.
In particolare per quest’ultimo tema, l’approccio metodologico segue quanto contenuto nel Codice dei beni culturali e del paesaggio, (detto anche Codice Urbani) che ha raccolto e in parte modificato, nella sua parte terza: Beni paesaggistici, i contenuti delle leggi n. 1497 del 1939 e 431 del 1985 (legge Galasso).

Lo studio della struttura geologica e idrogeologica del territorio e la determinazione delle loro relazioni con l’attività antropica ed il mondo naturale, sono spesso svolti nell’ambito della pianificazione comunale e degli studi ambientali. Altre volte invece ricadono nell’ambito di specifiche valutazioni degli aspetti sismici, di inquinamento dei suoli o di supporto alla progettazione:

  • Studi geologici e di ricostruzione del modello geologico del sottosuolo mediante: indagini di campo, analisi geologiche e interpretazione delle proprietà geotecniche
  • Definizione del sistema idrogeologico attraverso: indagini di campo, elaborazione delle proprietà idrogeologiche
  • Realizzazione e gestione di impianti di bonifica delle falde acquifere e dei suoli
  • Studi di modellazione idraulica per il trasporto di inquinanti in falda, modelli di flusso, modelli di trasporto dei contaminati

Gli studi acustici e della qualità dell’aria sono spesso affrontati da AIRIS in modo integrato, all’interno di studi più ampi e riferiti a studi ambientali in genere.
Questo anche a fronte del fatto che l’approccio metodologico seguito prevede che gli stessi studi acustici vengano elaborati sulla base di un quadro di riferimento definito sulla base di specifiche indagini strumentali correlate al traffico (mediante piastre magnetometriche che consentono il conteggio dei mezzi e la differenziazione per tipologie e velocità) rumore/aria (mediante strumentazione a norma di legge).

Le attività consistono nell’installazione della strumentazione necessaria all’analisi della qualità dell’aria, nell’esecuzione dei monitoraggi e del controllo metrologico destinato alla validazione dei dati.  Si effettuano campagne di prelievi PTS e PM10 presso i ricettori, per valutare l’impatto atmosferico ai bersagli sensibili circostanti il sito in analisi. Tutti i prelievi delle polveri saranno accompagnati dalla registrazione dei dati meteo-climatici riferiti ai giorni di monitoraggio, facendo riferimento a temperatura, piovosità, vento (direzione e intensità), umidità e pressione atmosferica.

La conoscenza degli aspetti legati al traffico nel settore della pianificazione, rappresenta un elemento fondamentale per l’attuazione di scelte sostenibili per il territorio. Il traffico infatti, oltre ad avere effetti in termini di mobilità, (nei centri urbani sono ormai molto diffuse le problematiche legate a fenomeni di “congestione”), rappresenta la principale sorgente inquinante per un territorio, sia sotto il profilo acustico che della qualità dell’aria.

Dal punto di vista più strettamente operativo risultano dunque fondamentali le fasi di indagine (si tratta spesso di acquisire informazioni oltre che territoriali e urbanistiche, di tipo strumentale riferite in particolare al traffico, rumore e qualità dell’aria), di rappresentazione delle problematiche e degli inquinanti mediante modellistica previsionale specialistica che consente, in ultima analisi, la raffigurazione – mediante simulazioni – di scenari alternativi, rispetto ai quali risulta possibile valutare soluzioni ponderate sotto il profilo della sostenibilità ambientale.

AIRIS ha una comprovata esperienza e know-how nel settore delle misurazioni di vibrazioni, che i propri tecnici, dall’elevato skill professionale, eseguono mediante strumentazione, compatta e leggera, dai più alti ed innovativi standard tecnologici con una acquisizione di dati semplice ed in tempo reale. Grazie ad una visione completa dell’acustica e delle vibrazioni, a partire dal progetto, dalla strumentazione utilizzata per le misure, ai software per le analisi acustiche e delle vibrazioni, AIRIS è in grado di soddisfare le esigenze più complesse ed articolate nel campo della progettazione e delle costruzioni.

Nell’ambito degli studi ambientali AIRIS offre servizi volti all’analisi e comparazione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica di diversi scenari di gestione dei rifiuti integrando strumenti di contabilità direzionale: (Life Cycle Costing – LCC), sistemi e strumenti analitici di gestione ambientale (Life Cycle Assessment – LCA) nonché strumenti di gestione sociale (Social Life Cycle Assessement – S-LCA). Il fine è quello di supportare i processi decisionali con una maggiore consapevolezza circa le potenziali conseguenze economiche ambientali e sociali connesse a modalità alternative di trattamento dei rifiuti.
Mediante la metodologia LCA viene fornito un valido strumento di supporto alle azioni proattive dei decisori e dei differenti stakeholder, dal momento che essa garantisce un miglioramento nella prevenzione o nella riduzione di effetti dannosi per la salute umana e per l’ambiente dei sistemi di gestione dei rifiuti analizzati. L’analisi LCA viene applicata in modo da analizzare, valutare, comprendere e gestire gli effetti ambientali e sulla salute umana dovuti agli scenari di trattamento identificati con particolare riferimento ai seguenti obiettivi:

  • riduzione di emissioni (kg CO2eq, VOC…)
  • riduzione di risorse specie non rinnovabili
  • riduzione dei trasporti
  • riduzione dei carichi energetici

Al verificarsi di un evento che sia potenzialmente in grado di contaminare il sito, o nel caso in cui sia individuata una contaminazione storica, ancora in grado di comportare rischi di aggravamento della situazione di contaminazione, AIRIS è di supporto alla realizzazione dello studio che valuta la minaccia e propone le misure necessarie di prevenzione per impedire o minimizzare il danno sanitario ed ambientale.

Generalmente con il termine «campi elettromagnetici» si intendono campi elettrici statici, campi magnetici statici e campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici variabili nel tempo con frequenze da 0 Hz sino a 300 GHz. Le onde elettromagnetiche sono caratterizzate da una determinata lunghezza d’onda (o dalla corrispondente frequenza, che non è altro che l’inverso). I campi elettromagnetici possono essere prodotti da impianti di produzione, trasmissione e distribuzione di energia, dall’impiego di apparecchiature e dispositivi per le comunicazioni, ma anche da processi di fabbricazione, ricerca, applicazioni mediche, ecc.
Negli ultimi decenni si sono moltiplicati sul territorio i sistemi di trasmissione basati su onde elettromagnetiche. In particolare, nella banda delle cosiddette “radiofrequenze” l’espansione e l’intensificazione del numero di antenne è stata considerevole: impianti radiotelevisivi, stazioni radio base per telefonia mobile e reti wireless in generale.
AIRIS è dotata di una stazione di monitoraggio per i campi elettromagnetici PMM 8053°, dotata di sonda per alte frequenze HFPMMEP 330 e sonda per basse frequenze LFPMMEHP 50, conformi al D.L. 381 del 10 settembre 1998; lo strumento in dotazione è in grado di effettuare, tramite l’utilizzo di opportune sonde, misure in una gamma di frequenze compresa tra 5 Hz e 3 GHz; in questo modo si è in grado di monitorare le più comuni sorgenti di campi non ionizzanti, quali reti per il trasporto dell’energia elettrica, impianti di radiocomunicazione e telefonia mobile.

Le autorizzazioni ambientali sono l’esito del procedimento autorizzatorio mediante il quale l’Autorità competente esamina progetti di impianti da realizzare o richieste di svolgere attività a rilevanza ambientale presentati da soggetti interessati e ne giudica la ammissibilità, secondo criteri di conformità a predeterminati criteri tecnici, e ne conferma i progetti o l’esercizio a prescrizioni di vario genere.
Tra gli aspetti innovativi della politica ambientale europea, particolare rilevanza assume l’approccio integrato alla riduzione dell’inquinamento ambientale.
Questo approccio integrato alla valutazione degli effetti sull’ambiente delle attività umane vede la sostituzione delle singole autorizzazioni ambientali, con una unica autorizzazione complessa, rilasciata da una unica autorità.
All’interno di questa categoria possiamo distinguere le autorizzazioni ambientali integrate e le autorizzazioni ambientali uniche.
AIRIS ha una pluriennale e consolidata esperienza nella realizzazione di studi finalizzati alle Autorizzazioni ambientali integrate (AIA) e le Autorizzazioni Ambientali Uniche (AUA).

  • Image icon
    Pianificazione ecologica

    Aiutiamo a sostenere le scelte delle amministrazioni con un metodo specialistico e interdisciplinare e attraverso la definizione degli specifici limiti e condizioni alle azioni di piano.

  • Image icon
    Studi ambientali

    Le nostre analisi e studi ambientali servono a prevenire gli effetti negativi, legati alla realizzazione dei progetti, anziché correggerne successivamente gli effetti.

  • Image icon
    Progettazione sostenibile

    Ci rivolgiamo a quegli operatori che hanno l'esigenza di realizzare interventi che non siano solo normativamente coerenti, ma anche e soprattutto caratterizzati da una elevata qualità tecnica e ambientale complessiva.

  • Image icon
    Monitoraggi ambientali

    Disponiamo di strumentazione avanzata e di personale estremamente qualificato per indagini delle diverse tematiche ambientali finalizzate alla verifica della conformità dei parametri rilevati con la normativa di riferimento.

  • Image icon
    Brochure
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricare la nostra brochure in formato pdf.

  • Image icon
    Company profile
    invia una richiesta

    Clicca qui per richiedere il company profile.

     

  • Image icon
    Referenze
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricare le nostre referenze in formato pdf.

  • Image icon
    Codice etico
    in formato pdf

    Clicca qui per scaricar il codice etico in formato pdf.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi