AIRIS Ingegneria per l'Ambiente

Certificazione Leed edifici e compatibilità prodotti: Airis srl propone al mercato un servizio a 360°

martedì 23 febbraio 2021

Un caso di successo con la società GSVM Servizi srl

Airis srl è da anni riconosciuta sul mercato per l’elevata skill nel fornire servizi di consulenza e un supporto completo per l’ottenimento della Certificazione degli edifici secondo lo Standard LEED. I tecnici Airis sono in grado di supportare il Cliente dalle prime impostazioni progettuali sino al rilascio della certificazione. Nel tempo ha acquisito esperienza e capacità nell’analisi dei requisiti dei vari crediti richiesti dal Sistema LEED per i vari prodotti utilizzati in edilizia.

Il rapporto di collaborazione nato con la società GSVM Servizi srl di Cattolica (RN) rappresenta un concreto caso di successo in tale ambito.

La società GSVM è un’agenzia tecnica commerciale che fornisce assistenza e consulenza sul territorio italiano per i prodotti dell’azienda tedesca Lignotrend GmbH, produttore di elementi multifunzionali in legno CLT per le costruzioni. Nell’ambito di un intervento di riqualificazione di un edificio che sarà sottoposto a certificazione LEED, la società GSVM ha ricevuto un diniego per il pannello acustico LIGNO® Akustik light in quanto ritenuto non conforme ai requisiti del credito EQ Low-Emitting Materials del protocollo di certificazione LEED.

L’intervento di Airis è stato volto all’analisi accurata del prodotto, delle sue caratteristiche, delle certificazioni e dei test di laboratorio a cui il prodotto è stato sottoposto. Grazie all’attività di verifica da parte di Airis il prodotto LIGNO® Akustik light – materiale in legno lamellare a strati incrociati incollati – per il quale devono essere soddisfatti i requisiti inerenti alle General Emissions Evaluation e al Composite Wood Evaluation, è risultato pienamente conforme tanto ai requisiti del credito LEED v4 EQ Low-Emitting Materials, quanto al Leed v4.1 EQ Low-Emitting Materials.

Questa dichiarazione di conformità assume una valenza tanto economica quanto di immagine per la società GVSM e per l’azienda produttrice tedesca Lignotrend, la cui affidabilità e riconoscibilità sul mercato rischiava altrimenti di essere compromessa.

Lorenzo Malucelli (Airis srl) sottolinea quanto sia importante per le aziende produttrici di materiali potersi affacciare al mercato della certificazione ambientale in edilizia. “Il materiale LIGNO Akustik Light da me analizzato è sicuramente un sistema che garantisce ottime prestazioni, anche a livello acustico, e che fornisce valore all’intervento edilizio cui è destinato. Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto” ed aggiunge “Credo che in Italia sia importante procedere alla cosiddetta mappatura dei prodotti, ovvero l’analisi delle caratteristiche di un prodotto in funzione dei crediti dei protocolli LEED.  Sempre più spesso le aziende ricevono richieste in termini di contributo ai possibili crediti LEED o ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) ed è proprio grazie all’attività di mappatura che si riesce ad esplicitare quale contributo il materiale possa fornire a specifici crediti LEED e CAM.”

Valerio Buscaglia (GSVM Servizi srl):”Per Lignotrend, fin dalla produzione del primo pannello in legno lamellare a strati incrociati, nel 1995, creare prodotti da costruzione di qualità, salubri e sostenibili è sempre stato un principio irrinunciabile. Il nostro mercato di riferimento è quello delle costruzioni ad alta efficienza energetica; costruzioni nelle quali il comfort degli occupanti è, e deve essere l’obiettivo prevalente. Gli elementi in legno lamellare a strati incrociati made of LIGNO® nascono con l’obiettivo primario di fornire a progettisti e costruttori un materiale da costruzione che consenta di realizzare edifici Visibili, Udibili e Percepibili.  Per certificare l’elevato grado di sostenibilità, salubrità, funzionalità e sicurezza dei nostri elementi, dal 2004 tutti i nostri prodotti sono sottoposti a certificazione volontaria Natureplus®. La certificazione si articola in 4 fasi, valutazione preliminare, valutazione del prodotto e del processo produttivo tramite svolgimento di prove di laboratorio e valutazione LCA, verifiche ispettive in situ e valutazione conclusiva”.

“Ricevere un diniego, con esclusione momentanea, dal progetto, del nostro pannello acustico LIGNO® Akustik light è stata una sorpresa inattesa - prosegue Valerio Buscaglia - Per noi che ci proponiamo come produttori di elementi da costruzione dall’elevato grado di salubrità, ricevere un’esclusione per non rispetto del credito EQ Low-Emitting Materials rappresentava un limite non accettabile ed un danno alla reputazione aziendale.  Certi dell’elevato grado di salubrità del prodotto abbiamo deciso di affidare ad Airis un’analisi di conformità del prodotto agli standard del protocollo LEED a progetto.  Il lavoro svolto dal team di Airis è stato minuzioso, a raggio intraeuropeo, iniziando dall’esamina delle prove di laboratorio sui composti organici volatili, passando per il confronto e scambio di informazioni con gli esperti dell’associazione Natureplus Germania, concludendo con la redazione di una perizia tecnico scientifica comprovante la totale conformità di LIGNO® Akustik light richiesta dal protocollo di certificazione LEED.”

Il CdA di Airis, orgoglioso per il risultato raggiunto, evidenzia che Airis è in grado di fornire proprio una consulenza specifica in questo ambito e di valorizzare un materiale, prodotto o sistema edilizio nell'ambito della certificazione LEED e delle forniture per gli appalti pubblici, che sono obbligatoriamente soggette all'applicazione del DM 11/10/2017 CAM Edilizia. L’Amministratore Delegato di Airis, Francesca Rametta aggiunge anche che “realizzando una mappatura LEED (e CAM Edilizia) di un prodotto sarà possibile dare una risposta puntuale ai quesiti che ci vengono posti dal mercato: quanto può contribuire il mio materiale al punteggio finale di un edificio sottoposto a certificazione LEED? Il mio prodotto/materiale può essere utilizzato nell’ambito di un appalto pubblico?” Lorenzo Malucelli ribadisce: “E’ importante fornire questa informazione al mercato ed al cliente finale perché è proprio sulla base della conformità ai requisiti della certificazione LEED e dell'Allegato tecnico al DM 11/10/2017 CAM Edilizia, che un cliente effettuerà la scelta del prodotto per il proprio progetto”.

Oice oiceambiente Foglia green-building-council-italia AA associazione-italiana-acustica