AIRIS Ingegneria per l'Ambiente

Un importante traguardo per Airis: approvata la Design Review del Nuovo Centro Meteo Europeo di Bologna

giovedì 3 dicembre 2020

Questo importante step si colloca all’interno del progetto di Certificazione LEED© v4 BD&C: data center livello GOLD della nuova infrastruttura IT del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF).

AIRIS con i suoi tecnici specializzati collabora con il gruppo di progettazione in Associazione Temporanea di Imprese con capogruppo GMP Generalplanungsgesellschaft mbH di Amburgo ed ha partecipato al progetto sin dalla fase di gara in qualità di LEED Administrator e LEED Project Manager. Ha inoltre supportato il gruppo di progettazione nelle diverse fasi di perfezionamento del progetto ed affianca la committenza in veste di LEED Consultant nella fase di realizzazione dell’opera ai fini della certificazione LEED®.

I tecnici AIRIS hanno perfezionato la documentazione che è stata inviata a Design Review a Green Business Certification Inc., il cui responso finale è stato oltremodo positivo, tanto che il progetto ha conseguito ben 62 punti, valore che potenzialmente colloca l’intervento in Livello GOLD (per ottenere la Certificazione LEED Gold è necessario ottenere un punteggio da 60 a 79), obiettivo tanto della proprietà, quanto del tenant inglese e non ultimo dell’intero gruppo di progetto.

Il sistema di certificazione LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design) è uno standard applicato in oltre 100 Paesi nel mondo, sviluppato in America dall’U.S. Green Building Council (USGBC). Il LEED® concerne tutto il ciclo di vita dell’edificio stesso, dalla progettazione alla costruzione. Gli edifici certificati dai LEED utilizzano risorse più efficienti rispetto a edifici convenzionali che sono semplicemente edificati in base ai regolamenti di edilizia civile. I vantaggi di chi ha implementato una strategia LEED sono molteplici, dal miglioramento della qualità dell’aria e dell’acqua fino alla riduzione dei rifiuti solidi. A beneficiare di questi vantaggi sono sia gli abitanti/impiegati che la società nel suo insieme.

Il progetto di allocazione del nuovo data center dell'ECMWF a Bologna è stato avanzato e proposto dalla Regione Emilia-Romagna con il supporto di importanti istituzioni ed agenzie italiane operanti nei settori delle previsioni metereologiche, del monitoraggio e salvaguardia ambientale, nella ricerca e nei servizi per la protezione civile, sostenuto dal Governo italiano che lo ha candidato in sede europea. Il nuovo data center è strategico tanto a livello regionale e nazionale quanto internazionale, sia per la funzione dell’ente - ECMWF monitora il clima europeo e produce le previsioni meteorologiche per tutti i paesi membri -, che per la potenza di calcolo della nuova infrastruttura IT, che sarà uno dei centri di elaborazione più potenti d’Europa.

L’intervento occupa un’area di 21.500 metri quadrati all’interno dell’area dell’ex Manifattura Tabacchi, un comparto di proprietà della Regione Emilia-Romagna oggetto di riqualificazione urbanistica a seguito di un concorso internazionale di progettazione per l’insediamento del Tecnopolo di Bologna.

“E’ con grande orgoglio e soddisfazione che abbiamo appreso questa notizia, estremamente positiva. Non sono molte le società di ingegneria ambientale, oggi, che possono vantare un’esperienza peculiare e specifica nell’ambito della certificazione LEED come la nostra. L’Arch. Lorenzo Malucelli, nostro collaboratore, ed il suo staff sono impegnati attivamente su questo segmento di business ed hanno all’attivo una serie di progetti di certificazione secondo lo standard LEED”. Queste le parole dell’Ing. Francesco Mazza, Presidente del CdA di AIRIS, che prosegue: “A nome del CdA e di tutte le maestranze AIRIS ci complimentiamo per il risultato estremamente positivo che è stato raggiunto in questa prima fase del processo di certificazione. Questo progetto è un esempio di quanto l tema della sostenibilità dell’ambiente costruito quindi di Green Building, che AIRIS persegue sin dalla sua costituzione, sia di estrema importanza per l’intera società: edifici progettati, realizzati e gestiti in maniera sostenibile ed efficiente, che determinano effetti e conseguenze positive non solo sul territorio e sull’ambiente ma anche sul benessere delle persone”.

L’Ing. Marco Santarelli di ART-ER S.cons. p.a. di Bologna, nel ruolo di Direzione Lavori del cantiere del Nuovo Centro Meteo Europeo, ha per primo condiviso il risultato positivo con i referenti della Stazione Appaltante, inclusa la Segreteria del Presidente della Regione Emilia-Romagna – Stefano Bonaccini – e con l’Ing. Stefano Isler che rappresenta la Committenza nel ruolo di RUP, oltre ovviamente ad AIRIS che ha collaborato con il gruppo di progettazione della società GMP.
“Ovviamente la certificazione finale arriverà al termine dei lavori con la Construction Review e la sottomissione della documentazione prodotto dall’impresa per i crediti e i pre-requisiti richiesti dal Protocollo LEED, ma questa prima fase già estremamente positiva ci fa ritenere in un proseguo altrettanto positivo del progetto e con evidenti margini di poter ottenere un punteggio maggiore”. Queste le parole dell’Ing. Santarelli che ringrazia l’intero gruppo di lavoro.

Oice oiceambiente Foglia green-building-council-italia AA associazione-italiana-acustica