AIRIS Ingegneria per l'Ambiente

Rumore Ambientale

Rumore, vibrazioni e collaudi per acustica passiva e architettonica

Per il rumore AIRIS conta tra i suoi soci e collaboratori infatti 7 tecnici acustici competenti abilitati ai sensi del DPCM 31.03.98 (BUR del 02.12.98 n. 148).

Laboratorio mobile, attrezzato per rilievi ambientali

4 stazioni di monitoraggio del rumore semi-permanente (fonometri integratori e calibratori di classe 1) con strumentazione a norma di legge (decreto del 16 marzo 1998 “Tecniche di rilevamento e di Misurazione dell’inquinamento acustico”). Si tratta in particolare di 4•fonometri integratori bicanale mod. 2260 (Brüel & Kjær) che consentono:

  • l’analisi dello spettro in real time nel range di frequenze tra 6,3 e 20.000 Hz (in terzi d’ottava);
  • la generazione interna del segnale di calibrazione;
  • programmazione temporale del segnale di calibrazione (CIC-Charge Injection Calibration)
  • l’analisi simultanea del rumore con le tre costanti di tempo Fast, Slow e Impulse e delle ponderazioni in frequenza A, C e L;
  • individuazione e registrazione di eventi caratterizzati da soglie di rumorosità programmabili,
  • la registrazione audio su supporto DAT per l’eventuale riconoscimento di eventi particolari e un loro successivo ricampionamento per un’analisi di maggior dettaglio.
  • microfoni per esterno mod. 4189 (Brüel & Kjær), cuffia antivento e protezione pioggia;
  • calibratore mod. 4231 (Brüel & Kjær);
  • unità di misura per esterni che consente la collocazione del microfono ad una distanza fino a 10 metri dall’unità di registrazione;
  • registratori DAT Sony mod. TCD-D100.

Le stazioni sono complete di cavalletti e supporti per collocare i microfoni fino ad un’altezza di 6 metri e di 4 box cabinet impermeabili per il fissaggio della strumentazione ai pali per l’illuminamento o simili, posti lungo gli assi stradali. In particolare uno dei quattro box è provvisto di una connessione con il sistema di alimentazione elettrica di rete per consentire monitoraggi di lunga durata (oltre le 48 ore).

LIMA - Modello matematico per la valutazione previsionale del clima acustico.

Il modello Lima è prodotto dalla Stapelfeldt Ingenieurgesellschaft mbH, di Dortmund (D), rappresenta lo stato dell’arte dei modelli di simulazione acustica ambientale a larga scala.

La possibilità di valutare la distribuzione del rumore su intere aree urbane, fa sì che LIMA si riveli un utile strumento per la pianificazione ambientale, la valutazione di impatto ambientale e la progettazione degli interventi di mitigazione.

Il calcolo viene effettuato in un campo tridimensionale, potendo considerate il modello digitale del terreno, gli ostacoli naturali e artificiali, diversi tipi di sorgenti (puntuali, lineari, areali).

Il calcolo in frequenza media o in bande d'ottava può essere fatto in accordo con le relative normative tedesche, cioè RLS90 per il traffico stradale, SCHALL 03, Akustik 04, Transrapid per il traffico ferroviario, VDI 2714/ 2720/ 2571/ 2719, DIN 18005, ISO 9613, ÖAL 28, RVS 3,02 (A), ed altre norme nazionali.

Il modello è attualmente in dotazione, in ambito nazionale a referenti istituzionali e società private quali: l’ARPA provinciale di Ravenna, la Provincia di Venezia (settore mobilità e trasporti), il Comune di Reggio Emilia (Servizi Urbanistica e traffico), Comune di Varese (area urbanistica), Soc. Sisplan S.r.l, ecc.

Standard Database “GEONOISE” realizzato da AIRIS, nell’ambito del piano di risanamento acustico del territorio Comunale di Bologna in collaborazione con l’Arpa regione Emilia Romagna (1997). Il database, finalizzato alla archiviazione dei rilievi fonometrici ed alla gestione e controllo acustico del territorio, è stato sviluppato su sistema operativo Windows è predisposto per il collegamento su GIS.

7 tecnici acustici competenti abilitati ai sensi del DPCM 31.03.98 tra collaboratori e soci Airis

Oice oiceambiente Foglia green-building-council-italia AA associazione-italiana-acustica